Background Image

Gianna STOMEO

Gianna Stomeo
Nasce nel 1959 a Martano Lecce. Si laurea in Storia dell’Arte e tutela dei beni Artistici. Seguono anni intensi tra mostre, ricche esperienze e notevoli successi, partecipa a rassegna nazionali e internazionali, è tra le pagine delle più accreditate riviste di Arte e riceve note critiche di rilevo
 
 
 ... di Paolo Levi
La cultura visiva di Gianna Stomeo si radica profondamente nelle atmosfere magiche del Salente, di cui è suadente interprete. Un’attenta sensibilità vigila la sua mano, abile nel coniugare forme e colori della natura attraverso il filtro poetico di una narrazione ai confini tra sogno e realtà. La terra, il mare e il cielo sono trasfigurati dalla sua viva immaginazione in una chiave spesso drammatica,  dove il trascendente si fonde con l’immanente. La sua colta tavolozza trasmette la cifra stilistica di una pittrice spiritualmente inquieta, che nel colore traspone la voce delle sue emozioni più riposte, guidando l’osservatore verso approdi misteriosi. Artista del fantastico, indaga gli umori del cielo e della terra e degli alberi, illuminandoli di un chiarore soffuso e dorato, come se fossero immersi in un tramonto o nei bagliori di un evento cosmico. Per lei la tela è una specie di spartito musicale, dove il canto della vita si effonde in vibrazioni e in ritmi a volte intensamente rimarcati, a volte più intimistici, in una sapiente trasfigurazione immaginifica. Si avverte la capacità meditativa di un’artista che sa cogliere dell’atmosfera mediterranea gli attimi fuggenti della luce che si addensa in fantasmagorie celesti un attimo prima di precipitare nell’oscurità. In queste eleganti scenografie la prospettiva è profonda, alludendo a una spazialità sconfinata, dove lo sguardo si immerge interrogando la bellezza misteriosa del creato. La pittrice sembra voler affidare alle sue composizioni la trama stessa della propria memoria, ovvero di un’interiorità nutrita di emozioni rimaste intatte nelle profondità della coscienza; ne traduce la bellezza in ritmi espressivi e in variazioni figurali, trasmettendo messaggi visionari, ricchi di valori cromatici e di sapiente immediatezza.