Background Image

Francesco PAGLIALUNGA

FRANCESCO PAGLIALUNGA 

Nasce il  04/10/1991 a Lecce,  sin da bambino evidenzia una grande passione per il disegno. Nel 2005 si iscrive all’Istituto Statale d’arte di Lecce frequentando il corso di scultura e conseguendo il diploma nel 2010. Nel 2011 inizia gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce dove frequenta il corso di scultura. Nel corso degli studi e della sua formazione è allievo dei maestri: Vito Russo, Giovanni Scupola, Mario di Donfrancesco, Giampiero Quarta,Pietro De Scisciolo e Antonio Miglietta. Espone già, in giovane età in alcune mostre collettive nella provincia, ottenendo critiche positive sia nel campo della pittura sia nella scultura. Nel 2007 gli viene assegnato il primo premio all’estemporanea di pittura di Arnesano (LE) per l’opera “IL PANE DELLA VITA”. Terminati gli studi presso l’Istituto d’Arte viene chiamato, a seguito di un tirocinio formativo sul restauro della cartapesta, a lavorare presso una rinomata bottega della cartapesta di Lecce, acquisendo capacità tecniche e pratiche del restauro, nel modellato su creta e nella lavorazione della cartapesta. Nel 2012 vince il primo premio al simposio di scultura a Parabita con l’opera “LA FIGURA DELL’ ANIMA”.Nel 2014 prende parte a diversi concorsi e simposi tra cui il 6 Simposio Internazionale di Scultura in marmo rosso di Sassetta (Livorno), vincendo sia il premio unico che il premio della giuria popolare. Nello stesso anno gli viene conferito il diploma accademico di primo livello in SCULTURA(Il marmo e la pietra nella scultura monumentale contemporanea), con una valutazione di 110 con lode. Nel 2015 è Vincitore del concorso pubblico indetto dal Rotary Club Lecce e Lecce Sud, Distretto 2120, per la realizzazione di un busto in bronzo raffigurante il fondatore del “Rotary International”, Paul Harris, partecipa al simposio Internazionale di scultura a Bitonto(BA) con i maestri Gualtiero Mocenni, Sestilio Burattini, Ulrich Johannes Mueller, Mauro Antonio Mezzina e Pietro De Scisciolo e al simposio Internazionale di scultura su marmo bianco di Vezza d’Oglio,(Brescia) dove vince il primo premio come miglior scultore. Nel 2017 gli viene conferito il diploma di II livello in scultura monumentale contemporanea in marmo e pietra con la valutazione di 110 con lode. Vince una borsa di studio presso la RONCHINI GALLERY di Londra, in collaborazione con lo scultore GIAMPIETRO CARLESSO. Le sue opere oggi, riscuoto grande attenzione dalla critica più diversificata, compare in numerose testate giornalistiche, cataloghi e riviste d’arte curate con testi da critici, scrittori, poeti e giornalisti. Le sue opere, esprimono un profondo amore per i vari materiali (terre, legno, pietre dure o marmi), rappresentano forme sintetiche, astratte nella loro figuratività e i volumi, pur generati dalla materia con semplicità, risultano carichi di grande capacità espressiva.

Video